Vladimir Putin il 4 luglio sarà in visita a Roma
in foto: Vladimir Putin il 4 luglio sarà in visita a Roma

Vladimir Putin sarà a Roma il prossimo giovedì 4 luglio. Per la visita del presidente della Federazione Russa, accompagnato dalla sua numerosa scorta, la Questura ha preparato un piano di massima sicurezza, la Capitale sarà blindata, con strade chiuse, divieti di sosta e green zone nel centro storico. Tra le misure previste, bonifiche dell'area, dronti e tiratori scelti. L'arrivo di Putin in città è previsto, come da programma, intorno all'ora di pranzo, quando atterrerà all'aeroporto di Fiumicino e ripartirà intorno alle ore 22. Il presidente russo sarà nella Città Eterna per alcuni incontri istituzionali che lo impegneranno nel corso della giornata.

Cosa fa Vladimir Putin a Roma

Cosa farà Vladimir Putin durante la sua visita a Roma? Giovedì 4 luglio sarà giornata ricca di impegni istituzionali che lo vedranno spostarsi in città, nel centro storico. Una volta atterrato, è atteso in Vaticano per un incontro con Papa Francesco, poi, si recherà al Quirinale, dal presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella. Successivamente, nel pomeriggio, di sposterà a Palazzo Chigi, dal premier Giuseppe Conte. Infine, prima della partenza, la sua visita a Roma si concluderà a Villa Madama.

Putin a Roma, la ‘green zone'

Il pino di massima sicurezza della Questura per la visita di Putin a Roma prevede delle misure eccezionali nel centro storico della Capitale, che sarà blindata in occasione del suo arrivo. Già a partire dalla sera prima dell'atterraggio del presidente, dalle ore 19 di domani, mercoledì 3 luglio, nell'intera zona a traffico limitato del centro storico sarà vietato l'accesso ai mezzi per il trasporto merci di massa inferiore alle 3,5 tonnellate. Sempre dalle 19 di mercoledì 3 luglio, fino alle 7 del 5 luglio, saranno vietate manifestazioni pubbliche, per agevolare gli spostamenti in città del presidente russo, con tutte le precauzioni necessarie.

Putin a Roma: strade chiuse e rimozioni

Il piano di massima sicurezza della Questura per la visita a Roma di Putin prevede strade chiuse ed eventuali rimozioni di veicoli in sosta che non rispetteranno i divieti imposti. I primi provvedimenti partiranno dalle ore 13 di mercoledì 3 luglio nell'area dell'Hotel Regis, in particolare, in via Vittorio Emanuele Orlando, via Parigi, via XX Settembre, piazza San Bernardo, e l'intero parcheggio posto tra gli incroci con via Romita, via Vittorio Emanuele Orlando e via Barbieri. Dalla mezzanotte del 4 luglio divieti di sosta e rimozioni forzate su piazza del Quirinale, via XXIV Maggio, via del Mazzarino, largo Magnanapoli e via della Consulta. Divieti di sosta e rimozione dei veicoli anche in via del Corso, via delle Muratte, via dei Sabini, largo Chigi, via del Pozzo, via San Claudio, piazza e via del Parlamento, via del Tritone, via della Missione, via Uffici del Vicario, via dell'Impresa, vicolo dello Sdrucciolo, piazza Montecitorio, piazza di Pietra, via della Colonna Antonina, via Aquiro e via dei Bergamaschi. Off-limits anche via della Conciliazione, il parco di villa Aldobrandini e il giardino del Quirinale.