Iacopo Germolè
in foto: Iacopo Germolè

Dopo aver vinto tutte le selezioni ed essersi classificato primo nel torneo europeo, Iacopo Germolè, studente del quinto anno di liceo scientifico al Convitto Nazionale di Roma, ha vinto il prestigioso premio di abilità nella lingua cinese ‘Chinese Bridge' battendo gli altri rappresentanti dei cinque continenti. La sfida si è disputata in questi giorni a Zhengzhou, capoluogo della Provincia centrale cinese di Henansi. Germolè, che studia cinese da quattro anni, si è aggiudicato la vittoria dopo tre giorni intensi di gare: "Questa competizione mi ha dato la possibilità di comunicare con giovani di tutto il mondo. Dovremmo imparare ad apprezzare le reciproche differenze", ha detto Germolè. Il premio è arrivato alla dodicesima edizione ed è riservato agli studenti delle scuole secondarie non cinesi provenienti da tutto il mondo.

A complimentarsi con lo studente romano è stata anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, che ha scritto su Twitter: "Complimenti allo studente romano Iacopo Germolè, che vincendo la Chinese Bridge, è risultato il più bravo del mondo in lingua cinese. Il suo traguardo ci rende molto orgogliosi. Congratulazioni anche al Convitto Nazionale di Roma dove Iacopo studia".

Sul sito dell'Istituto Confucio la storia del concorso:

Chinese Bridge è una competizione mondiale di lingua e cultura cinese, promossa da Hanban, cui partecipano annualmente studenti universitari e di scuole secondarie provenienti da ogni paese al mondo.

Dalla prima edizione del 2002, tale competizione ha visto ad oggi la partecipazione di oltre mille sedi universitarie in 80 differenti paesi, divenendo un importante appuntamento internazionale di confronto e di scambio e una occasione per approfondire la conoscenza della lingua e della cultura cinese.

Per venire incontro al crescente interesse di giovani e giovanissimi, dal 2008 Hanban ha istituito una edizione dedicata esclusivamente a studenti di scuole secondarie, che ha visto ad oggi la  partecipazione di oltre 20.000 studenti provenienti da oltre 50 paesi.

I vincitori delle selezioni preliminari svolte nei paesi di appartenenza, sia a livello universitario che scolastico,  partecipano alle gare semi-finali e finali tenute annualmente in Cina, ottenendo inoltre l’assegnazione di una borsa di studio che dà loro occasione di approfondire gli studi presso università cinesi.