Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Una violenta lite in strada, poi l'accoltellamento: l'ennesimo litigio tra suocero e genero, dovuto a quanto pare per violenze da parte del fidanzato della ragazza nei confronti di lei, rischia ora di finire in tragedia, visto che il giovane stesso è rimasto gravemente ferito e versa ora in gravi condizioni in ospedale. La vicenda è accaduta a Marino, alle porte di Roma, nel primo pomeriggio di oggi sabato 6 giugno, quando suocero e genero attorno alle 15.30 si sono incrociati su via Pastore, non distante da Villa Desideri.

Secondo quanto ricostruito finora, sarebbe stata proprio la ragazza a chiedere aiuto al padre, dopo essere stata picchiata dal fidanzato. Sono tutti di origine moldave, e pare che il giovane già in passato si fosse reso protagonista più volte di botte verso la fidanzata. L'uomo, su via Pastore, ha quindi incrociato il ragazzo e, dopo una violenta lite, ha estratto un lungo coltello da cucina e lo ha colpito ripetutamente all'addome. Sconvolti i passanti che erano in strada al momento dell'aggressione, che hanno subito chiamato i soccorsi: sul posto sono giunti i carabinieri ed i soccorsi del 118. Il giovane ferito è stato trasportato d'urgenza in ospedale, per le cure del caso: arrivato in codice rosso, versa ora in gravi condizioni e lotta tra la vita e le morte, con i medici che non hanno ancora sciolto la prognosi. I militari dell'Arma hanno invece arrestato il padre della ragazza, che deve ora rispondere dall'accusa di reato di tentato omicidio nei confronti del giovane.