L'estate è ormai alle porte, con le temperature in aumento e il caldo che avanza sempre di più. I bagnanti sono alla ricerca di un bel mare per rinfrescarsi un attimo e molti di loro si affideranno alla guida "Il mare più bello 2019", presentata questa mattina a Roma. In questo elenco appaiono anche due luoghi noti del Mar Tirreno, vale a dire le isole Ponziane e la Riviera di Ulisse, che dopo il riconoscimento dell'anno scorso si confermano come mete più gettonate e più belle d'Italia per trascorrere una vacanza all'insegna della natura e del mare pulito. La zona di Ponza è stata premiata con 4 "vele", uno dei punteggi più alti che gli ideatori della guida attribuiscono alle località di mare, con i parametri che sono variegati e che coinvolgono diversi aspetti dei luoghi, dal tasso di pulizia della spiaggia fino alla vegetazione, passando per le specialità gastronomiche e la presenza di luoghi d'arte.

Come funziona la guida "Il mare più bello"

I parametri della guida "Il mare più bello" sono decisi in concordanza tra Legambiente e al Touring Club, che da circa vent'anni portano avanti questo progetto di valutazione e di analisi dei luoghi turistici del nostro Paese. Le due associazioni attribuiscono a ogni località un punteggio che va da 1 a 5 "vele", in base a parametri che dal generale vanno sempre più nel particolare, dal livello di purezza dell'acqua alla manutenzione della vegetazione, passando per la qualità della vita fino al tasso di inquinamento. Quest'anno sono stati premiati oltre 97 comprensori, con il Mar Tirreno che annovera ben 7 mete con il massimo del punteggio. Le isole Ponziane e quelle della Riviera di Ulisse, così come la Maremma laziale, vantano 4 vele, un punteggio che, come spiegato nella guida, viene attribuito ai luoghi di grande eccellenza, dove vince il connubio tra la natura e la qualità dei servizi offerti.