20 Giugno 2016
19:44

Il M5s sceglie gli scranni di sinistra dell’aula “sfrattando” il Pd

Il Movimento 5 stelle è orientato per sedersi negli scranni di sinistra dell’aula Giulio Cesare. A confermarlo Paolo Ferrara, secondo eletto pentastellato per preferenze. “Una scelta di comodità, non ideologica”, ha spiegato. Ma rimane il valore simbolico dei consiglieri del Pd “sfrattati” dalle loro storiche poltrone.
A cura di Va.Re.

Una scelta altamente simbolica, già paventata negli scorsi giorni, e oggi confermata all'indomani della vittoria di Virginia Raggi da Paolo Ferrara, consigliere neoeletto (a valanga, subito dopo Marcello De Vito) del Movimento 5 stelle in aula Giulio Cesare e proveniente da Ostia. I grillini, che rappresentano più della meta degli eletti a Palazzo Senatorio con 29 consiglieri, hanno deciso che sederanno negli scranni di destra, "sfrattando" dai loro storici seggi i consiglieri del Partito democratico (ridotti a 7 unità) che si accomoderanno affianco a tutte le altre opposizioni.

"Stiamo discutendo se sederci a destra o sinistra – ha spiegato Ferrara – Credo che per una questione di comunità sia più facile sedersi a sinistra vicino l'uscita e lo studio del sindaco. Non c'è una questione ideologica ma di comodità". Sia come sia, sarebbe un ultimo smacco al Partito democratico e una scelta dall'alto valore simbolico.

Pd, M5S e sinistra in piazza con la Cgil: "Salvini e Meloni sbagliano a non essere qui"
Pd, M5S e sinistra in piazza con la Cgil: "Salvini e Meloni sbagliano a non essere qui"
53.199 di Marco Billeci
Conte a Napoli per lanciare Manfredi: "C'è dialogo con PD. M5S non compatibile con queste destre"
Conte a Napoli per lanciare Manfredi: "C'è dialogo con PD. M5S non compatibile con queste destre"
163.130 di Gaia Martignetti
Salvini e Meloni uniti (per una volta) con Michetti: "Pd e M5s hanno accordo per spartire poltrone"
Salvini e Meloni uniti (per una volta) con Michetti: "Pd e M5s hanno accordo per spartire poltrone"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni