In campagna elettorale ha aiutato come cameriera i ragazzi down che vi lavorano. Lo scorso anno si è impegnata in diretta televisiva per salvare l'attività a rischio chiusura, chiamando di sua spontanea volontà la trasmissione Portobello e promettendo una soluzione. E adesso il suo partito ha fatto bocciare la mozione proposta dai dem che avrebbe salvato La Locanda dei Girasoli. E al ristorante di via dei Sulpici – portato avanti da Consorzio Sintesi e dalla Cooperativa Sociale I Girasoli – sono rimasti a bocca aperta: ma come, la sindaca Virginia Raggi, che tanto li aveva elogiati come modello di inclusione sociale e lotta alle diversità, adesso si rimangia la parola? Se già nei mesi scorsi era chiaro che la promessa fatta non era stata mantenuta, adesso, con la mozione bocciata, è innegabile la non volontà di salvare la Locanda. "La sindaca aveva promesso di assegnarci un locale commerciale in una zona più centrale e facilmente raggiungibile – spiega a Fanpage.it Enzo Remicci, presidente della Locanda dei Girasoli – Vorremmo cambiare posto perché raggiungere la via dove siamo è complicato: siamo in un posto isolato e collegato male, la metro chiude presto e arrivare con i mezzi è un'odissea. Se non troveremo una soluzione, saremo costretti a chiudere e a privare della possibilità di lavorare i ragazzi con la sindrome di Down che sono la vera ricchezza di questo posto".

Locanda dei Girasoli: "Questo no fa più male a M5s che a noi"

La Locanda dei Girasoli ha lanciato da qualche mese una petizione su change.org dove si chiede alle istituzioni di trovare una soluzione. Se però dai palazzi ancora nulla si è smosso, la risposta dei romani è stata sorprendente. "I romani hanno un grande cuore – continua Remicci – Non capiscono perché Raggi abbia dato questo secco ‘no' e continuano a farci domande. Dopo averci promesso aiuto in televisione davanti a tutta Italia, la sindaca è sparita. Giulio Golia delle Iene è andato a fine gennaio a chiederle spiegazioni, e lì l'aiuto si è trasformato in beni confiscati alla mafia. Ma io avevo già la lista e tra questi non ce n'era nessuno che avesse un indirizzo commerciale. Non so che pensare, forse credono che siamo un covo di sovversivi guidati da 15 ragazzi down che vuole distruggere il M5s. Dando questo no secco si sono fatti più male loro che noi". Enzo Remicci ha scritto più volte alla sindaca in questi mesi. Non ha mai ricevuto risposta.

M5s si astiene da mozione per Locanda dei Girasoli: "Raggi dia spiegazione"

La mozione per salvare la Locanda dei Girasoli è stata presentata due giorni fa in consiglio comunale. "I 5 stelle hanno detto che sono molte le imprese sociali che fanno ristorazione e che non ne possono salvare solo una – spiega Giovanni Zannola, consigliere dem – Quindi hanno deciso di astenersi. Ovviamente, avendo loro la maggioranza, è chiaro che la mozione viene poi bocciata. È vero che non si può salvare una realtà piuttosto che un'altra, ma stiamo parlando di un'esperienza unica a Roma, precursore dell'impresa sociale. Raggi si è rifugiata nel silenzio, se non fosse per quella telefonata patetica in diretta adesso dovrebbe avere il buonsenso di dare delle spiegazioni. Magari in televisione".