Una protesta vibrante, per far valere i diritti di chi, come lui, è affetto da disabilità motorie ed è costretto a spostarsi in sedia a rotelle, quella messa in atto da un passeggero romano, un sacerdote, che si è parato dinnanzi a un autobus Atac della linea 160: è accaduto in piazzale Flaminio a Roma. L'autobus, infatti, non era dotato della rampa che consente ai disabili di salire a bordo: l'uomo, allora, ha posizionato la sedia a rotelle davanti al mezzo pubblico, impedendogli di proseguire la corsa, come dimostra un video di un paio di minuti pubblicato online: la protesta sarebbe andata avanti, però, una ventina di minuti, con la Polizia Municipale intervenuta sul posto.

Come si evince dal video, pubblicato su Twitter, l'uomo urla in direzione di un vigile urbano di aver atteso il passaggio di ben tre autobus, nessuno dei quali dotato dell'apposita rampa di accesso per i disabili. "Che cosa siamo noi, mondezza? Dobbiamo essere rispettati" chiede amareggiato l'uomo in carrozzella all'agente della Municipale.

La risposta di Atac

L'Atac, l'azienda che si occupa del trasporto pubblico della Capitale, venuta a conoscenza dell'episodio, ha provveduto a scusarsi per il disagio. "Non appena abbiamo ricevuto la segnalazione sul disservizio ci siamo adoperati per inviare un secondo mezzo provvisto di pedana. Purtroppo sui mezzi più vecchi non sono previste. Un disservizio di cui ci siamo scusati" hanno fatto sapere, come spiega Repubblica, dagli uffici direzionali dell'azienda di trasporti.