Foto Facebook – Libreria del Viaggiatore
in foto: Foto Facebook – Libreria del Viaggiatore

Sarà una festa, ma un po' malinconica. Perché segnerà l'addio alla Libreria del Viaggiatore, uno dei simboli della cultura indipendente di Roma. Aperta nel 1995, dal primo gennaio del prossimo anno le saracinesche di via del Pellegrino 165 non verranno più tirate su. L'appuntamento è per venerdì 29 novembre alle 19 in libreria. L'obiettivo, si legge su Facebook, è "dimostrare, solo a chi interessa, che esiste una comunità che non si arrende. Le librerie storiche e i presidi culturali in vicoli delle città sono tanti, ma non tantissimi. A chi interessa davvero tutelarli e promuoverli? Aiutateci a contarci, e speriamo di essere in tanti. E grazie di cuore a tutti". La libreria sarà aperta dalle 10 e 30 e fino a orario da destinarsi. Per tutto il giorno ci saranno i libri a prezzi scontatissimi, drink e musica.

L'annuncio: "La libreria del Viaggiatore chiuderà"

Una settimana fa è arrivato l'annuncio della chiusura: "Cari viaggiatori, non avremmo mai voluto darvi questa notizia ma, allo scoccare della mezzanotte tra le luci del Capodanno, dovremo lasciare questo luogo e non abbiamo un piano B…o almeno non uno in pianta stabile". Dopo la morte del fondatore Bruno Boschin, la libreria è stata rilevata dalla casa editrice indipendente Round Robin. Il futuro, al momento, resta incerto: "Inizia un altro e diverso viaggio il cui punto d'arrivo rimane ancora un mistero. Anche per noi. Non c'è un luogo dove trasferirla e, di fatto, ci stiamo rendendo conto che una libreria con questa storia, lontana da questa strada, diverrebbe inevitabilmente altro. Semmai altro ci fosse".