Per le strade si comincia a respirare l'aria di primavera, un periodo dell'anno molto caro soprattutto in Giappone. Nel Paese del Sol Levante, con l'arrivo della nuova stagione, è infatti possibile assistere alla fioritura dei ciliegi che si estendono lungo tutta la Nazione asiatica. Un'esperienza che sarà possibile vivere anche a Roma. Per i mesi di aprile e maggio sarà possibile visitare il giardino dell'Istituto giapponese di cultura a Roma, a via Antonio Gramsci 74. Dopo essersi prenotati si potrà visitare gratuitamente il giardino, ammirando i suoi rami in fiore. Nelle visite, che durano circa trenta minuti, sarà possibile ammirare molti elementi del sen'en, il classico prato giapponese con laghetto. Si potrà festeggiare l'hanami insieme ai giapponesi, fermandosi con loro per vedere i sakura sbocciare. Nel giardino, tra le piante di ciliegio, glicine e iris, compaiono anche delle pietre provenienti dalla Toscana, con la quali è stata formata una cascata.

Info e prenotazioni

La prenotazione per la visita è obbligatoria ed è possibile recarsi al giardino nei prossimi due mesi, in base al calendario di disponibilità reperibile sul sito dell'istituto di cultura. Sono ammesse, previa richiesta, anche visite per gruppi istituzionali, come scuole, enti pubblici e centri culturali. Non saranno invece considerati gruppi le associazioni di tipo spontaneo, quali amici e parenti. Le visite sono solitamente aperte per tutto il pomeriggio, dalle 14:30 alle 17:00, con aperture mattutine ogni sabato.

Come ci si arriva

Arrivare al giardino dell'istituto giapponese di cultura è semplice. Si può raggiungere in autobus con le linee 52 e 982, scendendo alla fermata Don Minzoni, mentre con la metropolitana si può scendere alla fermata della Metro A Flaminio, per poi percorrere un tratto a piedi. Il giardino è raggiungibile con le linee del tram 3 e 19, scendendo alla fermata Belle Arti.