Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un problema tecnico al passaggio a livello a Capranica-Sutri, e traffico ferroviario in tilt sulla Roma-Viterbo. Non inizia nel migliore dei modi la settimana per i trasporti romani. Sulla linea FL3, che collega la Capitale al capoluogo viterbese, i convogli hanno registrato forti ritardi (fino a sessanta minuti) e due regionali sono stati limitati nel loro percorso a causa del guasto avvenuto in mattinata al passaggio a livello a livello che si trova a Capranica-Sutri. Guasto che, fanno sapere da Rete Ferroviaria Italiana, è stato risolto già alle 7.10, con i treni che tuttavia hanno accumulato forti ritardi "a catena", anche una volta che il problema era stato risolto.

Anche per chi si sta spostando da e verso la Capitale in automobile la situazione non è delle migliori: il bollettino traffico registrare infatti una viabilità caratterizzata da traffico intenso su via Aurelia Antica (tra via Aurelia-largo Tommaso Perassi e via di Bravetta-largo Don Luigi Guanella), mentre si segnalano rallentamenti un po' ovunque. Nella zona meridionale, traffico rallentato tra Roma Sud ed Anagnina sul Grande Raccordo Anulare, così come su via Salaria tra via Radicofani e Tangenziale Est. Complessivamente, la situazione traffico non fa registrare fortissime criticità, sebbene come di consueto al lunedì mattina l'enorme afflusso di autoveicoli che si spostano da e verso la Capitale stanno portando rapidamente alla congestione del traffico. Qualche disagio anche in città con le linee tram 5 e 14 che hanno accumulato ritardi importanti per un mezzo privato guasto fermo sui binari a piazza Vittorio Emanuele II e poi rimosso dopo poco tempo.