Si sono avvicinate a un uomo che si trovava a bordo della sua macchina, gli hanno afferrato il polso e dopo averlo strattonato con forza gli hanno strappato via il Rolex. Dopodiché si sono date alla fuga, aiutate da un complice arrivato con l'auto per allontanarsi dal luogo della rapina il più velocemente possibile. Uno schema consolidato quello dei tre ladri, che avevano già messo in atto in passato per compiere rapine simili, sempre a danni di persone sole o anziane, spesso messe nella condizione di non riuscire a difendersi. Quello che però stavolta non avevano calcolato è che l'uomo a cui avevano deciso di prendere l'orologio aveva una telecamera montata sul parabrezza dell'auto. E aveva quindi ripreso tutti i momenti del furto, il volto delle rapinatrici e anche la targa della macchina usata dal complice per darsi alla fuga. Con questi elementi in mano è andato negli uffici della questura per sporgere denuncia e presentare le prove per aiutare gli agenti a rintracciare i tre ladri.

I poliziotti del commissariato Viminale hanno identificato subito le autrici della rapina grazie al riconoscimento delle foto presenti nella banca dati da parte dell'uomo rapinato. Le autrici del furto sono due giovani ragazze di 29 anni, che già in passato erano state denunciate per episodi simili ai danni soprattutto di anziani. Le due agganciavano le loro vittime in strada a volte facendo finta di aver bisogno di indicazioni stradali, oppure offrendogli delle prestazioni sessuali. Cercavano sempre di individuare persone sole e anziane che sapevano potersi difendere meno facilmente, soprattutto quando ad attaccare erano in due.

La rapina del Rolex risale al 30 giugno. Una delle due donne è stata arrestata l'8 luglio durante un normale controllo della polizia di frontiera allo scalo aereo di Ciampino. Ed è qui che la donna è stata intercettata e accusata di rapina aggravata. Adesso si trova nel carcere femminile di Rebibbia. Sono ancora in corso le indagini per rintracciare i due complici della rapina, ossia la donna scesa con lei dalla macchina che ha rubato materialmente il Rolex, e l'uomo che le ha aiutate a fuggire. Entrambi risultano attualmente irreperibili.