Le rovine di Ostia Antica devono diventare patrimonio dell'Unesco. I consiglieri di Forza Italia e quelli del Movimento 5 Stelle del X Municipio hanno presentato una mozione per avanzare la candidatura degli scavi, che ieri è stata votata all'unanimità dal consiglio municipale di Ostia. “Sono mesi che ci battiamo per portare all‘attenzione delle istituzioni questo problema, anzi, questa enorme mancanza. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere la finalità preposta, ossia di vedere Ostia Antica inserita nei siti Unesco, per questo abbiamo dimostrato per l’ennesima volta il nostro senso di responsabilità in aula ritirando il nostro documento e sottoscrivendo quello di maggioranza, al fine di iniziare al più presto l’iter previsto", ha dichiarato Mariacristina Masi, coordinatrice e capogruppo di Forza Italia nel X Municipio.

La candidatura, dichiara la consigliera del Movimento 5 Stelle, Carola Penna, "si pone in linea con la nostra volontà di farne una meta turistica mondiale. Parliamo di un’area dall’immenso valore storico e archeologico, che comprende il Parco Archeologico di Ostia Antica, il Borgo Storico e il Castello di Giulio II.  L’approvazione della mozione è il risultato di un lungo e proficuo lavoro intrapreso mesi fa dalla Commissione Turismo di Roma Capitale e finalizzato a salvaguardare l’interezza del “paesaggio culturale” di Roma Capitale, il cui Centro Storico è iscritto nella lista del Patrimonio UNESCO sin dal 1980".