Gioco d’azzardo a Roma, tavolini abusivi in piazza Manila
in foto: Gioco d’azzardo a Roma, tavolini abusivi in piazza Manila

Tre tavoli da gioco sistemati su altrettanti cassonetti dei rifiuti utilizzati come base e persone che giocavano come fosse un casinò. Il gioco d'azzardo in questione è il tong-it e luogo delle scommesse era piazzale Manila (quartiere Flaminio), luogo di ritrovo abituale di persone originarie delle Filippini. Ieri gli uomini del commissariato Villa Glori hanno denunciato quattro donne per il reato di partecipazione al gioco d'azzardo. Il fenomeno, spiega la questura di Roma, "è oggetto da tempo di esposti da parte dei Comitati di quartieri e di servizi giornalistici da parte di note trasmissioni televisive". I poliziotti hanno individuato tre gruppetti di persone che, per l'appunto, giocavano a carte scommettendo denaro intorno a tre tavolini da gioco improvvisati. Sopra c'erano mazzi di carte francesi e molto denaro in contanti, sia euro che dollari.

Il gioco del Tongits

Il gioco di carte, come detto si chiama tong-it o tongits ed era molto diffuso nelle Filippine all'inizio degli anni '90. Si gioca con le carte francesi e le regole sono molto simili a quelle del Mahjong e del Poker. È praticamente identico al gioco americano del Tonk, un gioco inventato e giocato da bluesman e musicisti jazz nel sud della Lousiana, che passavano così le loro pause nel retro dei bar e dei saloon. In molti altri luoghi è diventato un passatempo per i lavoratori durante le loro pause pranzo. Sia il Tonk che la versione filippina del tongits sono giochi d'azzardo e prevedono la scommessa di somme di denaro.