Moto d’acqua della Polizia
in foto: Moto d’acqua della Polizia

Una donna di 76 anni ha rischiato di annegare nel mare di Gaeta. È accaduto mercoledì 14 agosto alla celebre spiaggia di Serapo a causa del mare mosso e della forte corrente. L'anziana è stata salvata dagli uomini della Squadra nautica della polizia, che sono riusciti a raggiungerla su una moto d'acqua e a portarla a riva. Nonostante il grande spavento, la donna è in buone condizioni di salute. Si era tuffata in acqua nonostante il divieto di balneazione e le bandiere rosse che sventolavano sulle spiagge che indicavano il pericolo. Forse credeva che rimanendo vicino alla riva non le sarebbe accaduto nulla, e invece le correnti l'hanno trascinata verso il largo. La 76enne ha iniziato ad annaspare e ha provare a tenersi a galla ed era allo stremo delle forze, quando è stata notata dalla Squadra Nautica della polizia durante un'operazione di controllo. Gli agenti l'hanno raggiunta con una moto d'acqua e l'hanno tratta in salvo.

Una donna ha rischiato di morire a Latina, un giovane annegato a Castel Gandolfo

Questo è solo l'ultimo episodio che vede un bagnante tentare di annegare in mare. Ieri una donna ha rischiato di perdere la vita a Latina, nella spiaggia di Rio Martina. È caduta in una buca a circa trenta metri dalla riva e non riusciva a tenersi a galla: fortunatamente è stata notata dal bagnino, che non aveva ancora iniziato il turno, ed è stata tratta in salvo prima che accadesse il peggio. Non è stato invece altrettanto fortunato Carlo Paolo Bracco, un giovane di 33 anni che lo scorso lunedì era andato a Castel Gandolfo con il fratello e la fidanzata: il ragazzo si è ribaltato dal materassino a circa 150 metri dalla riva ed è annegato. Dei ragazzi lo hanno visto sprofondare nell'acqua, ma non hanno fatto in tempo a raggiungerlo per aiutarlo. Il suo corpo, nascosto probabilmente nei profondi fondali del lago, non è stato ancora trovato.