Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Inseguimento da film sui binari della Metro B di Roma. I carabinieri hanno riconosciuto un noto pusher all'interno di un vagone della metropolitana alla stazione Termini, hanno scelto di seguirlo fino a destinazione, la stazione Conca D'Oro e lì, una volta sorpreso in flagrante mentre vendeva una dose di eroina a un ragazzo, hanno deciso di arrestarlo. Lo spacciatore, un 29enne del Gambia senza fissa dimora, è scappato appena ha visto i carabinieri, è sceso con le scale mobili e ha raggiunto di nuovo la banchina della metro, poi ha cercato di fuggire lungo il tunnel, nonostante il segnale luminoso della stazione indicasse un treno in arrivo.

Militari presi a calci e pugni dal pusher

Nonostante questo, i militari sono riusciti a fermarlo, ma lui ha tentato di scappare ancora, questa volta sferrando calci e pugni ai carabinieri, che comunque, anche in questo caso, sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo. In tasca aveva dosi di eroina e cocaina e 400 euro in contanti. Uno dei militari ha riportato lievi contusioni e un'infrazione del dito di una mano, giudicata dai medici guaribile in 15 giorni. Il pusher è stato accompagnato in caserma in attesa di essere giudicato con il rito direttissimo per le accuse di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, lesioni personali e violenza e resistenza a pubblico ufficiale. A intervenire sono stati i carabinieri del Comando Roma Piazza Venezia.