In ogni chiesa che si rispetti il celebrante, che sia vescovo, prete o sacerdote, viene spesso circondato da chierichetti, dei ragazzi pronti ad aiutare il parroco nello svolgimento della messa. Qualche giorno fa in un paese in provincia di Frosinone è apparso tra gli aiutanti un ospite molto gradito dalla comunità, fedele e ben voluto da tutti. Un cagnolino del posto è ormai ospite fisso delle celebrazioni di don Giuseppe Rizzo, il parroco della chiesa patronale di San Folco Pellegrino, che da quando celebra messa in questa comunità non riesce più a fare a meno del cane bianco, che tutte le domeniche bussa alla porta con il musetto per  chiedere ai fedeli di poter entrare. L'animale percorre tutta la navata centrale e si va a sedere sull'altare proprio a fianco di don Giuseppe, che lo accoglie a braccia aperte durante tutta la messa. Il cagnolino non ha ancora un nome, ma i parrocchiani stanno organizzando una riunione per deciderlo, per quella che ormai è diventata una vera e propria mascotte della comunità. La foto dell'animale a fianco del prete sta facendo il giro del mondo, con l'immagine immortalata dal fotografo Rocco Di Nota. "Guardando questa foto – spiega il fotografo sul proprio profilo Facebook – mi faccio tante domande. Credo davvero che gli animali non sono loro".

La comunità ha accolto con gioia il cagnolino amico del prete

Tutta la comunità di San Folco Pellegrino si è mostrata entusiasta per l'arrivo dell'animale all'interno della loro parrocchia, in particolare il fotografo Rocco Di Nota, che sul proprio profilo Facebook ha espresso stima verso don Giuseppe: "Approfitto per esprimere la grande stima e ammirazione che provo per il parroco di questo paese", ha detto il fotografo, riportando un pensiero che è condiviso da tutti gli abitanti della frazione del frusinate. Don Giuseppe Rizzo è molto amato dai parrocchiani, così come il cagnolino che segue la messa, divenuto ormai un vero e proprio simbolo del paese.