Francesco Strangio
in foto: Francesco Strangio

Lutto nel mondo dell'editoria locale, per la tragica scomparsa di Francesco Strangio, morto a sessantotto anni, a seguito di un incidente domestico. Come riporta Frosinone Today, Franco, così erano soliti chiamarlo gli amici, è deceduto dopo una caduta da un albero, che stava potando nella sua casa di campagna a Ceprano, in provincia di Frosinone. Appresa la drammatica notizia, centinaia di persone, tra colleghi, parenti, amici e conoscenti, si sono stretti idealmente al dolore della famiglia, della moglie e dei figli. Purtroppo non potranno salutarlo personalmente con una camera ardente o una messa, a causa dell'emergenza coronavirus, che vieta la celebrazione dei funerali per non creare assembramenti che possano favorire i contagi.

Francesco Strangio principe dei giornali locali

Nato a Reggio Calabria, si è trasferito a Roma, ha viaggiato in Sardegna e ha terminato l'ultima parte della sua vita in Ciociaria. Tra le altre tantissime cose e impegni per i quali lo si ricorda, instancabile e sempre attento alla sua amata provincia, ha affiancato la nascita di giornali locali come Ciociaria Oggi e Latina Oggi, La Provincia Quotidiano, Roma Cinque Giorni (primo free press di Roma Sud) e il settimanale gratuito La Città Metropolitana.

Il messaggio d'addio della moglie

Toccante il messaggio d'addio della moglie Annalisa: "Ciao Francesco, amore mio. Tu uomo generoso e sempre attento, tu compagno di una vita, tu padre pieno d'amore, tu sempre con la mano nella mia, tu che hai avuto un pensiero, un gesto, una parola per tutti, hai smesso di combattere. Che il tuo viaggio possa finalmente portarti in quel luogo ‘tutto tuo' che spesso desideravi. Il tuo e il mio cuore continueranno a volare insieme".