Una persona pericolosa, che nemmeno davanti all'intervento delle forze dell'ordine ha smesso di minacciare di morte la moglie. Si tratta di un altro caso di violenza familiare quello andato in scena due giorni fa a Formia, in provincia di Latina: protagonista una coppia di origini albanesi residente da anni nel Comune, con due bambini. L'uomo, T.S, nato nel 1981 e con precedenti penali, ha cercato di strangolare la moglie davanti ai figli: la donna, classe 1985, è fortunatamente riuscita a divincolarsi e a chiamare il 113, allertando così le forze dell'ordine che sono intervenute immediatamente sul posto. Ma l'arrivo degli agenti non è bastato a fermare l'aggressore che, in preda ai fumi dell'alcol, ha continuato a minacciare di morte la moglie, spaventando lei e i bambini.

Strangola la moglie davanti ai figli: non erano le prime minacce

Non era la prima volta che la donna subiva abusi da parte del marito. Erano anni, infatti, che lui la vessava e la minacciava, anche davanti ai figli. Due giorni fa, la goccia che ha fatto traboccare il vaso: e, grazie alla denuncia coraggiosa della donna, si è potuto procedere al fermo. La Procura di Cassino ha deciso di emettere un mandato di arresto perché l'uomo era già noto alle forze dell'ordine e aveva precedenti penali. La pericolosità del soggetto ha convinto la Procura a decidere di mettere T.S. in carcere dopo una notte passata nella cella di sicurezza del Commissariato di Formia. Solo qualche giorno fa, a Sora, c'è stato l'ennesimo caso di violenza domestica: un uomo ha selvaggiamente picchiato la moglie con calci e pugni e l'ha minacciata poi con un coltello, impedendole di uscire di casa. Fortunatamente la donna è riuscita a chiamare i soccorsi e a far intervenire le forze dell'ordine, che hanno arrestato l'uomo con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni e sequestro di persona.