Esterino Montino, sindaco di Fiumicino
in foto: Esterino Montino, sindaco di Fiumicino

Il sindaco di Fiumicino Esterino Montino contro lo stazionamento di equipaggi stranieri negli alberghi del comune. Il primo cittadini ha dichiarato che chiederà alla Protezione Civile, al Prefetto e alla Regione Lazio che si verifichino ancora episodi di questo tipo. "Ieri sera abbiamo appreso per vie informali che 41 ucraini e russi arrivati all'aeroporto di Fiumicino con un volo da Miami, che avrebbero dovuto fare uno scalo tecnico per imbarcarsi su un altro aereo verso i propri Paesi, non sono stati autorizzati a rientrare a casa loro perché facenti parte di un equipaggio di una nave della Costa Crociere – ha spiegato – continuano ad arrivare dalle navi da crociera equipaggi o passeggeri che tentano di imbarcarsi su un aereo che regolarmente non viene autorizzato e, a quel punto, vengono alloggiati negli alberghi della città. È il caso dell’Hotel B&B di Parco Leonardo e del Golden Tulip di Isola sacra, a cui adesso si è aggiunto l’hotel Mercure di Fiumicino. Addirittura per personale in transito, non di navi stazionate nei porti italiani".

Per Montino, a passeggeri non italiani ed equipaggi stranieri che cercano di passare dall'Italia per tornare a casa, non deve essere consentito il transito. Il motivo? "Problemi immensi" per l'hub di Fiumicino e il "pericolo che la situazione sfugga di mano". Montino ha intenzione di chiedere alle autorità competenti che "il personale delle navi da crociera, fino a quando non avrà il nullaosta sanitario per il viaggio, deve rimanere imbarcato e subito dopo, trascorso l’eventuale quarantena, autorizzare al viaggio, sia per le navi che sono in Italia che per gli equipaggi in transito". Vuole inoltre vietare "il transito di passeggeri e personale non italiano senza nullaosta preventivo al volo da parte dei Paesi di destinazione", e la loro accoglienza negli alberghi del Comune. Chiede inoltre che quelli in prossimità dell'aeroporto siano chiusi.