116 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

Fiumicino, due locali chiusi per coronavirus. Il legale: “Vanno controllati gli aeroporti”

Massimo Gabrielli, legale dei titolari dei due locali chiusi a Fiumicino per il focolaio di coronavirus, intervistato da Fanpage.it ha spiegato di voler predisporre “una querela per epidemia colposa alla Procura della Repubblica”. Il sindaco Montino: “Nessun allarmismo, ma non abbassiamo la guardia”.
A cura di Alessia Rabbai
116 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Stiamo predisponendo una querela per epidemia colposa alla Procura della Repubblica, affinché accerti se siano stati rispettati tutti i protocolli previsti per l'arrivo e il monitoraggio dei cittadini in arrivo da Paesi a rischio". Sono le parole del legale di titolari dei locali di Fiumicino, Massimo Gabrielli, dov'è divampato un focolaio di coronavirus, che conta ad oggi dodici contagi. Secondo quanto emerso i casi accertati finora sono tutti riconducibili a un dipendente del bistrot ‘Indispensa', che è stato chiuso, insieme al chiosco ‘Spuma', degli stessi proprietari. Tra i contagiati anche i due gestori.

Il legale a Fanpage.it: "Verifiche su controlli agli aeroporti"

"È accertato che il virus all'interno dei due locali di Fiumicino è stato veicoloato da un cittadino del Bangladesh arrivato con un volo all'aeroporto Leonardo Da Vinci alcuni giorni fa, che è stato libero di muoversi sul territorio o meglio, invitato a restare in autoisolamento fiduciario – ha detto in un'intervista a Fanpage.it l'avvocato – L'uomo ha condiviso un appartamento con i suoi connazionali, tra i quali un lavapiatti che lavorava nell'attività commerciale". Il legale ha spiegato che: "Il problema nasce ai controlli in uscita dall'aeroporto, le responsabilità ci sono ma vanno ricercate più a monte".

Montino: "Nessun allarmismo, ma non abbassiamo la guardia"

"Finora sono stati svolti 1300 test, un livello di ricerca epidemiologica a tappeto. L'aspetto positivo è che i contagi sono circoscritti, ai lavoratori e ai due titolari, una persona su dodici risulta essere un cliente" ha detto il sindaco di Fiumicino Esterino Montino. "Nessun allarmismo, ma non dobbiamo mai abbassare la guardia".

116 CONDIVISIONI
32812 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views