Trecentoundici chilometri orari, è questa l'incredibile velocità a cui viaggiava un cittadino australiano sul Grande Raccordo Anulare di Roma, al volante della sua Lamborghini Aventador. Il bolide era lanciato nella notte, quando gli agenti della Polizia Stradale vedono sfrecciare la vettura. Secondo quanto riportato dall'edizione cittadina del quotidiano Leggo, la pattuglia, in servizio a caccia di eventuali corse clandestine si è messa all'inseguimento nel tentativo di tenere la velocità dell'auto. L'autovelox a bordo ha così registrato la velocità massima della Lamborghini.

L'inseguimento è durato da Tor Bella Monaca all'uscita per la Pontina, quando l'uomo si è reso conto della pattuglia che tentava di raggiungerlo e ha accostato. Si tratta di un pilota d'auto di origine australiana ma residente in Svizzera, che evidentemente scambiato il Gra per una pista, si è fatto prendere la mano.