252 CONDIVISIONI
Coronavirus
4 Maggio 2020
15:41

Fase 2: le prime piste ciclabili al Torrino, Gregorio VII e Tuscolana

Torrino, Gragorio VII e Tuscolana sono le piste ciclabili del primo pacchetto del piano approvato dalla Giunta Raggi, lavori che partiranno da questa settimana, con l’inizio della fase 2. Una prima tranche d’interventi che prevedono la realizzazione di 150 chilometri di piste, per un costo totale di oltre 3 milioni di euro.
A cura di Alessia Rabbai
252 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio (La Presse)
Immagine di repertorio (La Presse)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Partiranno a breve i lavori del primo pacchetto di piste ciclabili del piano straordinario approvato dalla Giunta capitolina per la realizzazione di 150 chilometri di nuovi percorsi interamente dedicati a bicilette e monopattini, lungo la viabilità principale di Roma. Il primo lotto prevede interventi al Torrino, Gregorio VII, e Tuscolana: il via è previsto in settimana, con la realizzazione di 3 chilometri di piste al giorno e saranno ultimati nel giro di qualche settimana, con la disposizione di una leggera segnaletica orizzontale e verticale, mentre la restante parte della rete sarà spalmata nel corso del 2020. Si tratta di piste ciclabili, spiega l'assessore ai Trasporti Pietro Calabrese, "transitorie e non temporanee, perché realizzate in maniera semplificata, data l'emergenza, ma in massima sicurezza, con l'intenzione di perfezionarle nel tempo e classificarle come permanenti". L'obiettivo di Virginia Raggi è "incentivare la mobilità sostenibile e gli spostamenti nella Capitale, per mettere a disposizione del cittadino un'alternativa all'auto privata e per alleggerire il trasporto pubblico nella fase 2 dell'emergenza sanitaria".

Le prime piste ciclabili in cantiere

I primi interventi riguarderanno il prolungamento della ciclabile Tuscolana, da piazza Cinecittà a Largo Brindisi; da piazza dei Giureconsulti a Porta Cavalleggeri; da piazza Cina a viale Egeo; il prolungamento della ciclabile Nomentana fino a piazza della Repubblica; da Fonte Laurentina a viale Cristoforo Colombo; da piazza Pio XI ai Colli Portuensi. Interventi che, fanno sapere dal Campidoglio, saranno possibili impiegando risorse finanziarie già presenti in Bilancio. Un piano quello approvato in Giunta, che avrà un costo di 3 milioni e 166mila euro (+ Iva). La prima parte costerà 277.000 euro, mentre la seconda 241.500.

Ciclabili dal centro alla periferia

“Nella fase 2 dell'emergenza sarà ancora più importante puntare sulla mobilità sostenibile e sulla bicicletta, il mezzo più efficace, efficiente e salutare per coprire buona parte degli spostamenti nella nostra città, anche alternandolo con i mezzi di trasporto pubblico – ha detto a Fanpage.it il presidente della Commissione Mobilità Enrico Stefàno – Per quanto riguarda i primi interventi, puntiamo a completare una rete già in parte esistente". Interventi che, spiega Stefàno, "hanno come scopo quello di rispondere innanzitutto all'esigenza di spostamenti sistematici dei cittadini, come casa-lavoro e, quando ripartiranno anche le scuole, a quelli degli studenti". Le piste ciclabili, conclude Stafàno, "saranno disposte lungo la viabilità principale, che collega le periferie con il centro, passando in corrispondenza di stazioni metro e ferroviarie, il che permetterà anche un facile scambio con il trasporto pubblico".

252 CONDIVISIONI
26098 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni