Si dichiarava un dentista ma di fatto non lo era ed esercitava illegalmente la professione in uno studio abusivo in via della Marranella nel quartiere di Tor Pignattara a Roma. Ma la sua attività ha chiuso i battenti venerdì scorso, grazie all'intervento degli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Esquilino che lo hanno scoperto e fermato. Protagonista della vicenda è D.C., un 34enne di nazionalità cinese, che è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria per il reato di esercizio abusivo della professione.

Studio dentistico abusivo a Tor Pignattara

Ad attirare l'attenzione dei poliziotti sono stati alcuni affissi in diversi punti del quartiere, che pubblicizzavano lo studio dentistico. Immagini che ritraevano una donna sorridente per attirare potenziali clienti, con scritte in lingua cinese, accompagnate da un numero di telefono. Gli agenti hanno indagato sul caso, con servizi di appostamento e osservazione e hanno scoperto che l'attività in questione veniva svolta all'interno di un normale appartamento.

Il falso dentista operava senza laurea

Così i poliziotti hanno fatto irruzione all'interno dell'abitazione perquisendola: al suo interno hanno trovato una poltrona simile alla postazione utilizzata negli studi dentistici, dove far accomodare i clienti, una siringa in acciaio, protesi dentarie, medicinali con scritte in Cinese e altri strumenti, il tutto in un locale disordinato e privo di igiene, sicuramente non idoneo a svolgere attività mediche. L'uomo, che esercitava la professione senza laurea né autorizzazioni necessarie, è stato accompagnato presso gli uffici di polizia.