Falso allarme bomba all'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino a Roma. L'allerta è di questa mattina giovedì 2 maggio, poco prima delle ore 8. Come si legge su Il Messaggero, a farlo scattare è stata un'auto sospetta, una Peugeot, con motore acceso e senza chiavi. La macchina si trovava in via Giorgio Chavez in prossimità dello scalo aeroportuale, stranamente lasciata incustodita. A notarla alcuni viaggiatori di passaggio e il personale di sicurezza in servizio in aeroporto. Subito sono partite le misure di sicurezza previste in questi casi: il traffico automobilistico intorno all'aeroporto è stato deviato. Sul posto sono intervenuti gli artificieri Polizia di Stato che hanno esaminato la macchina per verificare se all'interno di essa ci fosse un ordigno esplosivo o qualche dispositivo che avrebbe potuto provocare danni alle persone. Gli esperti hanno confermato dopo gli accertamenti necessari che fortunatamente non si trattava di un allarme bomba. Il traffico è tornato progressivamente alla normalità.

Falso allarme bomba a Fiumicino per bagaglio incustodito

L'ultimo episodio di allarme bomba all'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino riportato da Fanpage, poi rivelatosi falso, risale al mese di luglio 2017. In quell'occasione però a destare sospetti era stato un bagaglio abbandonato fatto brillare mentre l'area circostante al punto esatto del ritrovamento è stata messa in sicurezza.  Sul posto sono intervenuti gli artificieri e i vigili del fuoco. Al termine dei controlli l'area interessata è stata riaperta al passaggio dei passeggeri. Lo stesso anno il 6 giugno un altro falso allarme per una bottiglia abbandonata, mentre il 3 gennaio gli artificieri hanno fatto brillare due zainetti incustoditi.