Una violenta esplosione avvenuta attorno alle ventuno di sabato ha distrutto un'abitazione a Frascati (Roma) facendo morti e feriti. Secondo un primo bilancio dei vigili del fuoco, due persone sono morte sotto le macerie e una terza è rimasta ferita. Lo scoppio infatti avrebbe causato il crollo di strutture portanti. La deflagrazione ha scosso l'intero quartiere di via Macchia dello Sterparo, alla periferia di Frascati, mettendo in allarme decine di residenti che sono scesi in strada allarmati dal boato e dalle successive fiamme che si sono sviluppate in zona. Le due vittime sono padre e figlio che risiedevano nel villino a due piani interessato dall'esplosione, avevano rispettivamente 51 e 21 anni. Sul posto sono  subito accorse numerose squadre di vigili del fuoco, tra cui quelle attrezzate per la ricerca persone sotto le macerie, sanitari del 118 e carabinieri ma per le due vittime purtroppo non c'è stato nulla da fare.

Ferita e soccorsa invece una donna, moglie e madre delle due vittime che è stata trasportata d’urgenza in ospedale in ambulanza. Non sarebbe in pericolo di vita. Sul luogo dell'accaduto i pompieri sono ora al lavoro sia per mettere in sicurezza l'area e spegnere le fiamme ma anche per ricercare eventuali altre persone che potremo essere sotto le macerie. Da una prima indagine però sarebbe emerso che l'unico altro residente, un altro figlio 17enne della coppia, al momento dello scoppio non era presente in casa.Come hanno spiegato gli stetti vigili del fuoco, sul posto stanno operando almeno quattro squadre dei vigili del fuoco di Roma, con supporto di nucleo NBCR, carro crolli e nucleo USAR per persone sotto le macerie e si scava per probabile persone o bambini coinvolti nel crollo. Al momento si ipotizza una fuga di gas ma è ancora presto per ricostruire esattamente cosa sia accaduto.