Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un autobus è andato a fuoco attorno alle 22.3o della serata di ieri – sabato 22 giugno – all'interno della rimessa Atac della Magliana. Ma non si tratta dell'ennesimo episodio dovuto alla mancata manutenzione e all'età del parco mezzi del trasporto pubblico romano. Come chiarito immediatamente dalle immagini delle telecamere di video sorveglianza l'incendio è stato di natura dolosa, provocato da un uomo che si è introdotto dando fuoco al mezzo ormai in disuso e destinato alla rottamazione. Da quanto si apprende l'uomo, non ancora identificato, è entrato dall'adiacente campo rom di via Candoni. "La dinamica dell'accaduto è stata ricostruita visionando le immagini di video sorveglianza. – si legge in una nota diffusa da Atac –  Atac ha immediatamente allertato le forze dell'ordine, che hanno attivato le indagini per identificare l'uomo, e i vigili del fuoco, che hanno spento l'incendio. Non ci sono state conseguenze per le persone né danni ulteriori".

Porta di Roma: bus in fiamme

Un bus è andato a fuoco nella mattina di oggi anche nel quartiere di Porta di Roma, alla periferia Nord-Est della capitale, a due passi dall'omonimo centro commerciale. "Intorno alle 11.10, per cause da accertare, in via Carmelo Bene, su una vettura della linea 80  si e' sviluppato un principio d'incendio. – si legge in un comunicato – L'autista ha iniziato lo spegnimento delle fiamme che è stato concluso dai Vigili del fuoco, allertati da Atac e prontamente intervenuti. Non ci sono state conseguenze per le persone.
Grazie alla campagna di investimenti in manutenzioni e ricambi effettuata da Atac, dall'inizio del 2019 ad oggi sono stati registrati 11 casi di principi di incendio, meno della metà dei 25 casi accaduti nello stesso periodo del 2018, malgrado il parco mezzi sia un anno più vecchio".