Silvio Monti, il generale di Brigata voluto da Virginia Raggi come capo del dipartimento Tutela Ambiente, ha dato le dimissioni dopo appena un mese di servizio. "Motivi personali", ha spiegato il militare nella lettera di dimissioni. Così adesso non c'è un capo dipartimento e nemmeno un assessore all'Ambiente, proprio nel periodo in cui a Roma c'è l'emergenza rifiuti. Per adesso dal Campidoglio non è arrivato ancora nessun commento sulla vicenda, né Monti ha voluto rilasciare dichiarazioni pubbliche il merito alla sua decisione. Il militare faceva parte di quella rosa di cinque generali tra i 60 e i 65 anni, che la sindaca aveva scelto per la guida di cinque dipartimenti di Roma Capitale. E adesso il dipartimento Ambiente è nuovamente senza qualcuno che lo diriga: e non si tratta di un dipartimento qualsiasi, ma di quello che richiede più interventi in tutta Roma.

Pd: "Ennesimo fulmine che colpisce Roma Capitale"

"Generale questi 5 stelle, queste 5 lacrime sulla nostra pelle… viene voglia di parafrasare i versi di un grande cantautore italiano – dichiara Giulio Pelonzi, capogruppo Pd – Ma al di là della poetica, la situazione dell'amministrazione comunale è drammatica. Le dimissioni di uno dei 5 generali chiamati dalla Giunta Raggi per guidare la macchina amministrativa nei settori clou sono l'ennesimo fulmine che colpisce Roma Capitale: Silvio Monti, il generale di Brigata messo a capo del dipartimento Ambiente, ha lasciato il suo incarico ieri, dopo appena un mese dal suo arrivo. All'origine di questa categorica decisione ci sarebbero motivi personali, fa sapere il generale. Nessuno al momento può smentirlo ma, certo, la frequenza dell'avvicendamento di dirigenti dei dipartimenti e nelle municipalizzate con la Giunta 5 stelle ha sicuramente un bel ritmo, che lascia quantomeno pensare che non sia proprio facile lavorare a stretto braccio con questa maggioranza. Saranno gli eventi futuri a dirci cosa ha realmente spinto il generale Monti a lasciare il Campidoglio. Nel frattempo, la situazione dei servizi che fanno capo al dipartimento Ambiente del Comune di Roma e' sotto gli occhi di tutti: verde pubblico abbandonato al degrado, gare per la manutenzione bloccate, problemi a non finire mentre da mesi manca anche un assessore all'Ambiente. La Giunta 5 stelle faccia presto, sblocchi questa macchina amministrativa incagliata, individui una guida e rimetta in moto Roma Capitale".

I cinque generali voluti da Virginia Raggi

I cinque generali erano stati fortemente voluti da Virginia Raggi per gestire le emergenze cui la capitale deve far fronte. Così il generale di Brigata Giovanni Calcara è stato scelto come direttore dei Servizi Digitali, il generale di Corpo d'Armata Paolo Gerometta direttore delle Risorse Umane e Sicurezza dei Vigili Urbani, il generale di divisione Giovanni Savarese direttore della Protezione Civile, il generale di Brigata Giuseppe Morabito direttore della Scuola di Formazione, e il generale di Brigata Silvio Monti come capo della Direzione Tutela Ambientale. Gli alti ufficiali dell'esercito sono stati assunti a tempo determinato e scelti perché, oltre alla grande esperienza, non erano stati ancora congedati e non erano in età pensionabile. Adesso, il primo addio.