A Roma il piano freddo si allarga con nuovi posti letto per le persone senza fissa dimora messi a disposizione alla stazione Termini (20 posti ampliabili fino a 35) e alla stazione Tiburtina (35 posti). Lo ha reso noto il Campidoglio, spiegando che i posto sono tutti ad accesso libero fino ad esaurimento. "Vogliamo continuare a dare segnali di attenzione e di vicinanza a quanti vivono in condizioni di particolare fragilità aumentando il numero di posti disponibili, da aggiungere ai 450 già operativi dall’avvio del Piano Freddo considerando che ulteriori 150 posti sono in fase di attivazione nel quadrante sud/sud-est della Capitale", ha dichiarato Veronica Mammì, assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale.

L'assessore ha ringraziato Ferrovie dello Stato e la società Grandi Stazioni "per la sensibilità dimostrata nel mettere a disposizione spazi, vigilanza e servizi in un periodo dell’anno in cui il freddo è particolarmente intenso". La Protezione civile di Roma Capitale ha garantito presidi, mentre in caso  l’emergenza dovesse raggiungere picchi più importanti verranno comunque attivate risorse umane e operative accreditate presso il Dipartimento. S. Egidio si occuperò della distribuzione dei pasti e Zetema della fornitura dei bagni chimici. "Fare rete con il territorio è un obiettivo importante che, grazie ad una positiva integrazione degli interventi, permette la realizzazione e la condivisione di obiettivi importanti", ha concluso Mammì.