È morta ieri a 96 anni Maria Clotilde Pini, conosciuta da migliaia di bambini e dalle loro famiglie come la Signorina Pini. Allieva di Maria Montessori, fino all'ultimo ha dedicato la sua esistenza all'educazione e alla diffusione in tutto il mondo del metodo montessoriano. È stata Presidente dell'Associazione Romana Montessori e "grazie al suo impegno e alla stretta collaborazione con genitori e istituzioni ha costituito il 7° Circolo di via Santa Maria Goretti, la più grande scuola statale interamente Montessori e, successivamente, il 180° Circolo (oggi Istituto comprensivo Viale Adriatico). – ricorda l'Opera Nazionale Montessori –Nel gennaio del 1966 ha promosso la riapertura della prima Casa dei bambini di via dei Marsi a Roma, tutt’ora funzionante come scuola statale, parte del 7° Circolo Montessori, e meta di visite da parte dei montessoriani di tutto il mondo".

I funerali si terranno domani sabato 5 Ottobre alle ore 10,30 nella Parrocchia di Santa Maria Goretti, in via di Santa Maria Goretti, 29 – Roma. Saranno presenti alunni e amici di generazioni diverse, a testimoniare l'impegno profuso per l'infanzia e per l'apprendimento. Pini è stata una depositaria instancabile dell'insegnamento di Maria Montessori, di cui è stata una stretta collaboratrice e, nonostante l'età, ha continuato a insegnare il metodo Montessori, basato sull'idea che i bambini debbano imparare dagli adulti a essere autonomi ("insegnate a fare da soli"), privilegiando l'esperienza grazie all'utilizzo di materiali didattici. Ai docenti desiderosi di apprendere ha continuato a insegnare fino alla fine, e a raccontare la straordinaria avventura della "scoperta del bambino" avvenuta all'inizio del ‘900.