Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un episodio fortemente discriminatorio quello avvenuto a Carpineto Romano, nella provincia di Roma, dove due ragazze omosessuali sono state buttate fuori da un bar dopo essersi scambiate un bacio. La denuncia arriva da Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center, che ha chiesto al sindaco di Carpineto Romano, Stefano Cacciotti, dopo le opportune verifiche, di ritirare la licenza all'esercizio commerciale. Marrazzo sottolinea anche la difficoltà delle due ragazze di vivere la loro sessualità in un piccolo centro di provincia come Carpineto: "Le due ragazze, ora supportate dal servizio Gay Help Line, denunciano una situazione di disagio anche in famiglia. La più giovane è stata cacciata di casa appena maggiorenne per via della sua relazione, ed entrambe hanno subito violenza. È necessario un piano concreto contro l'omofobia che preveda anche azioni capillari sui territori e che offra supporto e servizi a chi vive delle discriminazioni".

La replica dell'esercizio commerciale

Intanto, su Facebook, è arrivata la replica dei gestori dell'esercizio commerciale teatro dell'episodio di discriminazione. "In merito ai fatti avvenuti, mi scuso con tutti coloro che si sono sentiti offesi. Non era mia intenzione offendere o discriminare, alcuno. Ci tengo a precisare che mi sarei comportato allo stesso modo anche con una coppia etero perché penso che atteggiamenti simili sono poco adatti in un locale pubblico" si legge nel post pubblicato sul social network.