6 Maggio 2018
10:13

Dopo due giorni si è spento Roberto: il meccanico rimasto ustionato nell’incendio di un’officina

Non ce l’ha fatta Roberto Caporuscio, il meccanico rimasto gravemente ustionato nell’incendio dell’officina dove lavorava lo scorso venerdì.
A cura di Va.Re.
Foto dal profilo Facebook di Roberto Caporuscio
Foto dal profilo Facebook di Roberto Caporuscio

Non ce l'ha fatto Roberto Caporuscio, il meccanico rimasto ustionato nell'officina in cui lavorava in zona Tomba di Nerone, alla periferia nord della capitale. L'uomo si è spento nell'ospedale Sant'Eugenio di Roma, dove era ricoverato in condizioni gravissime da due giorni con ustioni gravissime al volto e su gran parte del resto del corpo. Troppo gravi le ferite: nonostante gli sforzi del personale sanitario il meccanico si è spento. A darne notizia il quotidiano il Messaggero.

Erano da poco passate le 12.00 di venerdì 4 maggio, quando un'esplosione all'interno di una officina al piano terra di una palazzina in via San Godenzo ha generato un incendio alimentato dalle vetture e dal materiale all'interno. Sul posto sono giunte tre squadre di vigili che hanno domato le fiamme. Ancora da appurare cosa abbia provocato l'esplosione. Nell'incendio, oltre alla vittima, sono rimaste ustionate anche altre due persone.

L'auto si ribalta e finisce in un fossato: Antonia muore dopo 20 giorni di agonia
L'auto si ribalta e finisce in un fossato: Antonia muore dopo 20 giorni di agonia
Morta la donna che due giorni fa si è ribaltata con l'auto sull'A1 tra Valmontone e Colleferro
Morta la donna che due giorni fa si è ribaltata con l'auto sull'A1 tra Valmontone e Colleferro
Le immagini di cosa è rimasto della Nitrolchimica, l'azienda distrutta da un incendio
Le immagini di cosa è rimasto della Nitrolchimica, l'azienda distrutta da un incendio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni