foto di repertorio
in foto: foto di repertorio

E' un romeno di 37 anni il presunto responsabile di una violenza sessuale e di una rapina ai danni di una donna di 53 anni avvenuta tra la notte di mercoledì e quella di giovedì a Roma. Damian D.S. è stato fermato nella notte dagli agenti della squadra mobile, del servizio centrale operativo e del commissariato Viminale perché gravemente indiziato dei reati aggravati di violenza sessuale, rapina e lesioni. Lo stupro di cui è accusato è avvenuto in via Depretis nei pressi del Viminale, pieno centro di Roma a pochi passi dalla stazione Termini.

La donna vittima della violenza, una badante italiana di 53 anni, ha raccontato che l'uomo, identificato da lei come nordafricano, le aveva chiesto di cenare insieme, "dopo siamo rimasti a parlare un po', ma all'improvviso mi ha spinto contro i tavolini del ristobar nascosti sotto un grosso ombrellone e mi ha violentata. Il locale era chiuso ormai, non c'era più nessuno. È stato un incubo, mi ha portato via anche 70 euro. Non riuscivo a liberarmi dalla sua presa, ero impietrita, forse sono svenuta". La versione della signora è risultata contraddittoria e frammentaria, ma gli uomini della polizia si sono messi subito sulle tracce del presunto stupratore, fino al fermo di questa notte. Ora le indagini proseguiranno per accertare le responsabilità del 37enne.