Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Un 15enne deriso, offeso e preso sistematicamente di mira dai compagni di classe. Tre ragazzi e una ragazza, tutti coetanei della vittima e iscritti al secondo anno di una scuola superiore di Roma, avevano creato addirittura un gruppo Whatsapp per sparlare del loro collega. I quattro sono stati raggiunti da un ammonimento per cyberbullismo firmato dal questore di Roma. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori dell'Anticrimine il giovane era stato inserito in un gruppo Whatsapp che già nel nome era chiaramente riferito a lui e alla sua presunta disabilità. Là i compagni lo deridevano e lo offendevano continuamente, senza sosta.

Quattro 15enni sono stati ammoniti per cyberbullismo

Il ragazzo soffre di un disturbo dell'attenzione che influisce, seppur lievemente, sul suo quoziente intellettivo e per questo veniva deriso dai suoi compagni di classe. In più occasioni sul gruppo sarebbero state pubblicate sue fotografie con commenti offensivi e prese in giro pesanti. Tutto continuava nonostante le richieste del ragazzo di farla finita. Ha deciso di abbandonare perciò il gruppo e ha trovato il coraggio di raccontare a professori e genitori quanto stava accadendo. Il papà ha deciso di rivolgersi alla polizia e ha mostrato agli agenti tutto il contenuto del gruppo creato dai compagni di classe. I poliziotti hanno chiesto e ottenuto l'ammonimento per i quattro bulli. Se i comportamenti dovessero continuare nonostante l'avvertimento, i ragazzi verranno denunciati alla Procura dei Minori.