Un’altra villa confiscata alla famiglia Casamonica verrà demolita in via di Roccabernarda a Roma
in foto: Un’altra villa confiscata alla famiglia Casamonica verrà demolita in via di Roccabernarda a Roma

Le ruspe stanno cominciando a demolire un'altra villa confiscata alla famiglia Casamonica. L'abitazione gialla, che ha un ampio colonnato all'ingresso, si trova in via Roccabernarda alla Romanina, quartiere periferico a sud est di Roma, una delle roccaforti del clan. Sulla casa ci sono striscioni della Regione Lazio e un cartello con su scritto: "Qui nascerà un parco pubblico per il quartiere". Come nei giorni scorsi l'intera area è presidiata da numerosi agenti delle forze dell'ordine. Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti è già sul posto ed è atteso anche l'arrivo del presidente degli Interni Matteo Salvini.  "Non è una parentesi per farsi fotografie, ma è una politica che sta migliorando la vita di tanti quartieri. Abbiamo iniziato tanti anni fa e non ci fermeremo mai. Viva la rigenerazione della vita dei quartieri e soprattutto delle periferie spesso abbandonate alla criminalità", ha dichiarato il presidente Zingaretti.

A pochi metri dalla villa che oggi sarà abbattuta ce n'è un'altra, rossa, alta due piani e con un giardino con palme e piscina, in cui vive Guerino Casamonica.  "Salvini? Ben venga. Se vuole gli offro anche un caffè. Glielo posso anche portare. La villa era di mia sorella che è morta, ci ha vissuto con mio padre. Tutto è abusivo qui. La mia è stata condonata. Ci abito con i miei tre figli", ha detto ai cronisti. "Noi non controlliamo nessun territorio. Siamo come la famiglia Rossi, come altre persone. Non penso che la mia famiglia sia sotto attacco. Qui si vive bene, c'è l'aria pura, non mi trasferirei mai. Se do fastidio ai vicini? Ho fatto solo qualche festa, ma non troppo rumorosa".