Il Just Music Festival e il Teatro dell’Opera di Roma in una nota esprimono nuovamente il loro dispiacere per l’annullamento, avvenuto il 13 giugno, del concerto dell’artista islandese Björk. "Le Terme di Caracalla – si legge – sono un luogo bellissimo e speciale, ma sono anche un sito archeologico coperto da rigidi vincoli della Sovrintendenza e non sarebbe stato possibile, né lo è mai stato in passato, costruire una copertura anti-pioggia per il palco. In ogni caso, come l’artista stessa ha voluto sottolineare quando è uscita sul palco per scusarsi e ringraziare il pubblico, oltre la pioggia in sé, rispetto alla quale avremmo aspettato che passasse, è stato anche il rischio crescente di temporali e fulmini a mettere a repentaglio la sicurezza e l’incolumità del personale tecnico e di scena, oltre che dell’artista stessa. Non è stata una semplice scelta organizzativa, ma uno stop irremovibile dovuto a cause di forza maggiore, rispetto alle quali i responsabili della sicurezza, congiuntamente al management dell’artista, hanno deciso di sospendere il concerto".

"Comprendiamo lo scontento generale – continua la nota – e stiamo lavorando con l’artista in queste ore per riprogrammare il concerto e potervi quindi comunicare la nuova data entro breve, per la quale saranno validi i biglietti già acquistati. Tutti coloro che volessero chiedere comunque il rimborso potranno farlo sia attraverso le biglietterie del Teatro dell’Opera, sia attraverso il circuito Ticketone (online e presso le ricevitorie)". "Ci dispiace molto per tutti coloro che si aspettavano di assistere al concerto di ieri sera e per tutti quelli che sono venuti da fuori Roma, anche noi siamo profondamente dispiaciuti e abbiamo sperato fino all'ultimo, come voi, di poter vedere la nostra artista preferita cantare sotto le stelle di Roma".