Davide Favetti
in foto: Davide Favetti

"Ciao Davide, ci mancherai in campo" è l'ultimo saluto dei compagni di squadra a Davide Favetti, il diciassettenne che si è suicidato buttandosi da una finestra al quarto piano del palazzo dove abitava con la famiglia a Colle Fiorito, nel Comune di Guidonia Montecelio. L'Asd Setteville Caserosse, associazione sportiva dilettantistica con la quale Davide giocava a calcio nella squadra juniores, si è stretta attorno al dolore della famiglia del giovane scomparso troppo presto, morto nella serata di ieri, mercoledì 6 marzo, quando intorno alle 22 sono accaduti i tragici fatti: il ragazzo si è lanciato nel vuoto facendo un volo di diversi metri, che non gli ha purtroppo lasciato scampo. La società gialloblu è in lutto per la perdita del suo allievo e ha deciso di sospendere le attività sportive. Sono tantissimi i messaggi di cordoglio che stanno arrivando in queste ore ai genitori, provenienti dalle altre società sportive e dal mondo del calcio. I funerali di Davide saranno celebrati domani, venerdì 8 marzo, alle ore 15, nella chiesa Tempio degli Angeli di Colle Fiorito di Guidonia.

Davide Favetti si lancia dalla finestra e muore

I fatti sono accaduti nella serata di ieri in un'abitazione delle case popolari di Colle Fiorito, a Guidonia Montecelio, in provincia di Roma. Secondo le informazioni apprese i genitori di Davide gli avevano trovato  in camera da letto un bilancino di precisione e un tritaerba, oggetti che indicano l'uso di droghe leggere, ed è nata un'accesa lite tra il padre, la madre e lui. Improvvisamente, il giovane si è buttato dalla finestra ed è finito al suolo, sul marciapiede sottostante. I genitori, spaventati, hanno chiamato subito un'ambulanza. Soccorso dal personale sanitario, Davide è stato trasportato con urgenza all'ospedale Policlinico Umberto I di Roma dove purtroppo è deceduto poco dopo per le gravi ferite e traumi riportati.