Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è risultato positivo al coronavirus. La sindaca di Roma, Virginia Raggi, gli ha espresso la sua solidarietà con un messaggio su Twitter: "Esprimo la mia solidarietà al Presidente Zingaretti. Gli auguro pronta guarigione. In questa fase delicata, la sinergia istituzionale con la Regione Lazio è assoluta. Fare squadra è fondamentale".

L'appello di Raggi: "Priorità è fermare i contagi, serve impegno di tutti"

La sindaca ha pubblicato anche un videoappello in cui chiede ai suoi concittadini di attenersi alle indicazioni del governo per combattere la diffusione del nuovo coronavirus: "In queste ore l’Italia e Roma stanno affrontando una sfida senza precedenti. Qualcosa che, fino a poche settimane fa, nessuno di noi avrebbe immaginato: il coronavirus. Il nostro primo obiettivo è frenare il contagio. A ciascuno di noi viene richiesto di mettere in campo una serie di comportamenti non facili e, a volte, anche poco piacevoli: non dare la mano, non abbracciarsi. Sono gesti quotidiani ai quali dobbiamo rinunciare. Perché? Perché la sfida per fermare il contagio è una cosa alla quale dobbiamo contribuire tutti. Anzi, in questo momento, sono molto orgogliosa di quello che sta facendo la nostra comunità: Roma e l’Italia si stanno comportando davvero bene"

Secondo la sindaca Raggi, "Roma è e rimane una città aperta. Abbiamo dovuto prendere delle decisioni. Come sapete, la nostra città ha dovuto rinunciare ad alcuni appuntamenti importanti anche internazionali che tutti stavamo aspettando: la Maratona di Roma e la Formula E. Sono impegni che avrebbero visto un’affluenza di pubblico importante da tante parti d’Italia e anche dall’estero. Tutto questo avrebbe rappresentato occasioni di contagio che in questo momento devono essere limitate".

Una delle categorie più vessate da questa emergenza, ha scritto la sindaca, sono i "commercianti, gli operatori del comparto del turismo, gli albergatori, le guide. Stanno soffrendo una crisi senza precedenti. Insieme a loro capiremo quali sono le manovre più urgenti da mettere in atto. Ringrazio il Governo che con rapidità ha stanziato più di 7 miliardi di euro. Credo che potranno dare un’iniziale e importante boccata d’ossigeno a queste persone. Ma ricordiamo che ognuno di noi è chiamato a far ripartire questi settori".