Test sierologici
in foto: Test sierologici

I privati cittadini di Roma e del Lazio potranno effettuare i test sierologici per la ricerca degli anticorpi anti Sars-CoV-2 (il nuovo coronavirus) anche negli ospedali pubblici e non solo nei laboratori privati. Nelle strutture pubbliche il costo fissato dalla Regione Lazio è di 15,23 euro ed è necessaria la ricetta medica. Per quanto riguarda i privati il tetto massimo è di 45 euro, ma a volte può capitare che il laboratorio proponga pacchetti comprensivi di altre analisi e che i costi superino anche i 70 euro. Per il momento, i tre ospedali che si sono organizzati per un'immediata partenza dei test di sieroprevalenza ai privati cittadini sono il San Giovanni, il Sant'Andrea e il San Camillo di Roma. Lo ha annunciato l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, al termine della consueta riunione giornaliera con i direttori generali di Asl, aziende ospedaliere e policlinici universitari.

Dall'inizio dell'indagine di sieroprevalenza promossa dalla Regione Lazio e destinata alle forze dell'ordine e agli operatori sanitari del territorio, sono stati effettuati complessivamente 41.798 test,  con una positività del 2,4 per cento. "Ciò ha contribuito a rilevare 81 casi asintomatici positivi al tampone. Con questa modalità testiamo circa 10 mila persone al giorno", ha spiegato D'Amato.

Gli ospedali pubblici dove si potrà effettuare il test sierologico

Azienda sanitaria Sant’Andrea – Già partiti i test sierologici per i privati cittadini;

Azienda ospedaliera San Camillo – Giovedì 28 maggio partono i test sierologici per i privati cittadini;

Azienda Ospedaliera San Giovanni – Il 28 maggio partono i test sierologici per i privati cittadini;