Virginia Raggi
in foto: Virginia Raggi

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha chiesto alla Regione Lazio di ripristinare i consueti orari di apertura dei supermercati perché questo consentirebbe "di diminuire la concentrazione di persone". Se questa richiesta non venisse accolta, però, la prima cittadina ha ricordato che comunque "non c'è carenza di generi alimentari, quindi non dobbiamo andare a fare la spesa per mesi e mesi. Ma non si può neanche fare la spesa solo per prendere un pacco di pasta e il giorno dopo un pacco di caffè. Per rispetto di tutti e non fare aumentare le file all'infinito è bene quindi fare spesa facendo un po' di scorte, per qualche giorno, per lasciare spazio a tutti". "Il nostro pensiero deve anche andare a chi deve lavorare nei supermercati e vedere questo viavai di persone. Ci sono persone che sono in prima linea ed esposte. Sto scrivendo alla protezione civile alla quale chiederò che Roma Capitale sia fornita di mascherine sufficienti per i lavoratori di questa città, anche non dipendenti dal Comune", ha detto Raggi.

Sanificazioni in corso in strade, farmacie e supermercati

Raggi ha ricordato che le sanificazioni delle strade delle città sono state intensificate: "In particolare stiamo dando la priorità alle strade più frequentate, ovvero le vie dove si trovano farmacie e supermarket". Ad oggi sono già stati sanificati 50mila cassonetti e sono stati utilizzati 700mila litri di igienizzante. Per quanto riguarda le mascherine oggi sono arrivate 2mila mascherine chirurgiche, come test da un'azienda, e 20mila ne arriveranno venerdì. Atac ha a disposizione 30mila mascherine e ne ha ordinate altre 100mila, mentre Ama ne ha circa 60mila. "La polizia locale ha delle scorte ma saranno rimpinguate nei prossimi giorni con questi ordini. I tassisti saranno riforniti con questi stock", ha spiegato la sindaca.