411 CONDIVISIONI
Covid 19
27 Marzo 2020
20:50

Inaugurato il Covid Hospital 4 a Tor Vergata: già 80 pazienti ricoverati

Il Covid 4 Hospital di Tor Vergata ospiterà, a pieno regime, 200 posti letto dedicati a pazienti Covid-19. In particolare saranno 160 posti ordinari e 40 letti di terapia intensiva. “Si tratta di una struttura importante, un asse fondamentale nella rete regionale Covid. Voglio ringraziare tutti gli operatori, medici, infermieri e tecnici, che stanno mettendo il massimo per dare la garanzia della piena assistenza ai pazienti e del contrasto a questa epidemia”, ha dichiarato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Al momento sono già ricoverati 80 pazienti positivi.
A cura di Enrico Tata
411 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Oggi è stato inaugurato il Covid 4 Hospital, il quarto ospedale interamente dedicato al coronavirus del Lazio. Si tratta di una intera torre del Policlinico di Tor Vergata che ospiterà, a pieno regime, 200 posti letto dedicati a pazienti Covid-19. In particolare saranno 160 posti ordinari e 40 letti di terapia intensiva. "Si tratta di una struttura importante, un asse fondamentale nella rete regionale Covid. Voglio ringraziare tutti gli operatori, medici, infermieri e tecnici, che stanno mettendo il massimo per dare la garanzia della piena assistenza ai pazienti e del contrasto a questa epidemia", ha dichiarato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. Al momento sono già ricoverati 80 pazienti positivi.

"Roma ha attuato tutte le misure necessarie a fronteggiare l'epidemia"

"Siamo pronti a ricevere quello che evidentemente a Roma ci potrà essere. Roma credo abbia attuato tutte le misure necessarie ed idonee a fronteggiare questa epidemia", ha dichiarato il professor Massimo Andreoni, direttore del reparto di Malattie infettive di Tor Vergata. Il Policlinico sarà struttura Hub dell'Area C del Lazio e le sue strutture ‘Spoke' saranno l'ospedale Pertini, Nuova Annunziatella, Regina Apostolorum di Albano e Ospedale dei Castelli.

"Nel momento in cui questo ospedale è diventato Covid 4 abbiamo cercato, da un punto di vista psicologico, di cercare il più possibile di sostenere lo stress collegato a questa esperienza pandemica assolutamente nuova. Si sa ed è noto che in queste situazioni di emergenza lo stato emotivo condiziona moltissimo la funzionalità degli operatori. Proprio per rendere più efficace più pronta e audace la prestazione degli operatori abbiamo messo in atto da 15 giorni un incontro con tutti, infermieri, amministrativi, medici, per discutere e affrontare le problematiche emotive", fanno sapere dal Policlinico.

411 CONDIVISIONI
32138 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni