Coronavirus nel Lazio
in foto: Coronavirus nel Lazio

I nuovi contagi da coronavirus nel Lazio sono 188. Si tratta di un incremento maggiore rispetto a ieri (quando i casi sono aumentati di 157 unità). Nelle ultime 24 ore sono guariti 40 pazienti, "il numero più alto di guariti in 24 ore dall’inizio della crisi", fa sapere la Regione Lazio. Da segnalare che ben 87 nuovi contagi provengono da case di riposo del territorio. "E’ una settimana decisiva e dobbiamo tenere alto il livello di attenzione soprattutto per alcune strutture a maggior rischio come le case di riposo. Oggi registriamo un dato in leggera crescita rispetto a quello delle ultime 24h con 188 casi di positività, ma mantenendo un trend del 12 per cento. L’andamento di oggi è legato principalmente a tre cluster: il primo la casa di riposo Giovanni XXIII di Roma, il secondo la RSA di Nerola in provincia di Roma e il terzo l’INI Città Bianca di Veroli in provincia di Frosinone che insieme rappresentano 87 casi di positività. Il dato davvero incoraggiante riguarda i guariti che nelle ultime 24 salgono di 40 unità arrivando a 103 totali, la crescita maggiore dall’inizio dell’emergenza. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 5.535", ha dichiarato l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato. 

"Sono 1545 gli attuali casi positivi di coronavirus nella Regione Lazio. Di cui 704 sono in isolamento domiciliare, 747 sono sono ricoverati non in terapia intensiva, 94 sono ricoverati in terapia intensiva. 80 sono i pazienti deceduti e 103 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 1728 casi", fa sapere la Regione Lazio.

Morte 17 persone nelle ultime 24 ore

Per quanto riguarda le vittime, nelle ultime 24 ore sono morti 17 pazienti. La Asl Roma 2 comunica la morte di due donne: una di 89 anni all’Ospedale Pertini e una di 93 anni della Casa di Riposo Giovanni XXIII. La Asl Roma 4 comunica il decesso di una donna cardiopatica di 78 anni. La Asl Roma 6 comunica due decessi: una donna oncologica di 55 anni di Anzio e uomo di 75 anni di Nettuno con patologie pregresse. A Frosinone deceduto paziente ultraottantenne con patologie pregresse. All'Azienda Ospedaliera Sant’Andrea è morta una donna di 84 anni con gravi patologie preesistenti. All'Istituto Spallanzani è deceduto uomo di 75 anni con patologie pregresse. Al Policlinico di Tor Vergata è deceduto un uomo di 67 anni. Al Policlinico Gemelli sono morte due persone: un uomo di 87 anni e una donna di 80 anni con patologie pregresse. Al Policlinico Umberto I si sono verificati quattro decessi: 3 uomini di 90, 90 e 74 anni e una donna di 67 anni.