Droni in azione nel parco della Caffarella
in foto: Droni in azione nel parco della Caffarella

La sindaca Raggi ha sigillato le ville della Capitale, ma ci sono alcuni parchi, come quello della Caffarella, in cui è possibile comunque entrare perché non hanno mura di cinta. Per questo carabinieri, polizia e polizia locale si stanno attrezzando a perlustrare aree verdi come quella attraverso l'utilizzo dei droni. E in effetti ieri i vigili, in collaborazione con il Raggruppamento Emergenza Roma 9 della Protezione Civile, hanno effettuato verifiche per accertare  la presenza di persone proprio all’interno del parco della Caffarella e una persona  è stata denunciata per essere stata sorpresa a fare jogging. I vigili riferiscono che nelle ultime 24 ore sono state circa 40 le persone denunciate su circa 17mila controlli efettuati dalle pattuglie. Il maggior numero delle sanzioni, informano gli agenti, "ha riguardato persone che sono state sorprese a circolare, a piedi o a bordo di veicoli, senza alcun valido motivo ed in alcuni casi in zone distanti dalla propria residenza: come un cittadino fermato  nei pressi del mercato Testaccio ma residente in zona Torrino".

I droni sorvegliano la Caffarella

A controllare il parco della Caffarella ci sono anche i volontari della Protezione civile. Aldo Rossi, Presidente A.N.E.P "Ecosistema e Protezione" della Protezione Civile di Roma, spiega: "Purtroppo a causa di poche persone, per la salvaguardia della salute e della vita, ovviamente hanno dovuto fare delle ordinanze restrittive per tutti. Noi comunichiamo subito alla polizia municipale. La Protezione civile non chiede i documenti, ti dice devi uscire. Non vuoi uscire? Chiamiamo i vigili urbani, che arrivano abbastanza velocemente, perché girano anche loro dentro il parco".