(La Presse)
in foto: (La Presse)

Distribuiti oggi alle strutture sanitarie 300mila mascherina chirurgiche, 31450 FFP2, 11300 tute idrorepellenti e 142 mila guanti. Lo ha annunciato oggi la Regione Lazio. Già il 22 marzo era stato distribuito materiale di protezione agli ospedali, in modo di non lasciare sprovvisti medici e infermieri che lavorano a stretto contatto con le persone positive al coronavirus. I casi nella regione sono in aumento, e per far fronte al picco dei contagi nel Lazio sono stati incrementati i posti letto nelle terapie intensive negli ospedali, così come quelli nei reparti di degenza ordinaria. L'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato ha fatto sapere che ‘il sistema sanitario regionale sta tenendo ed è pienamente operativo".

1414 i casi di coronavirus nel Lazio

Secondo quando riportato dalla Regione Lazio nel bollettino del 23 marzo, sono 1414 le persone affette da coronavirus nel Lazio. 718 sono i ricoverati nei reparto di degenza ordinaria, mentre 96 sono le persone che necessitano di supporto respiratorio e si trovano quindi in terapia intensiva. 220 sono invece i ricoverati all'ospedale Spallanzani (3 meno di ieri), 25 persone sono in terapia intensiva. Sono 63 le persone decedute finora, e sempre 63 i guariti.

Poliziotto di Spinaceto fuori dalla terapia intensiva

Nella giornata di ieri l'assessore D'Amato ha annunciato che il poliziotto del commissariato di Spinaceto rimasto per diverse settimane in terapia intensiva, adesso sta meglio ed è stato trasferito nel reparto di degenza ordinaria. "Ho appreso inoltre nello stesso momento dal Direttore generale della Asl Roma 6 che è guarito anche il figlio del poliziotto isolato a domicilio – ha aggiunto D'Amato – E questa è davvero un’ottima notizia".