Davide Barillari
in foto: Davide Barillari

Fra meno di 24 ore Davide Barillari, consigliere regionale del Lazio, verrà espulso dal Movimento 5 Stelle. L'accusa contestata, riporta il diretto interessato, è quella di "aver creato un sito internet che "confonde" i cittadini".  In realtà, secondo Barillari, "contiene solo atti presentati in regione e informazioni sull'emergenza coronavirus". Il sito in questione si trova all'indirizzo ‘saluteregionelazio.it', url molto simile, in effetti, a quello ufficiale della Sanità del Lazio, che è ‘salutelazio.it'. Il sito, firmato dalla ‘task force per la Sanità del Movimento 5 Stelle Lazio',  si definisce come una pagina di "controinformazione, libera e senza censura. Senza nessuna paura di raccontare la verità. Anche se scomoda e molto fastidiosa per chi governa la Regione Lazio".

Barillari: "Solo un pretesto"

Per Barillari il rifarsi a questo sito per motivare la sua espulsione, chiesta dalla capogruppo Roberta Lombardi, è solo "un pretesto". La vera motivazione, spiega, è "che do fastidio al Partito Democratico e non mi sono mai allineato a Zingaretti, svolgendo il mio ruolo di opposizione senza mai abbassare la testa. 10 anni di battaglie nel MoVimento 5 Stelle. Ci ho messo sempre anima e cuore. Ho lavorato con migliaia di attivisti, denunciando sempre impicci, ingiustizie e corruzione. Sono stato il primo candidato Presidente che ha sfidato Zingaretti. Ma il M5S ormai è cambiato, e abbiamo perso oltre a milioni di voti anche la coerenza e l'onestà che ci caratterizzava.Oggi è il mio ultimo giorno nel M5S e dedico a tutti voi, che credete in me, ogni attimo di lavoro di oggi. Vi assicuro che non smetterò mai di combattere". Barillari ha presentato un ordine del giorno per la stessa riunione che prevede l'espulsione della capogruppo Lombardi.