Coronavirus
in foto: Coronavirus

Nelle prossime ore la Regione Lazio varerà un'ordinanza con misure di prevenzione sanitaria in merito alla diffusione del nuovo coronavirus. Stando a quanto si apprende, è stato deciso di sospendere tutti i concorsi, le gite scolastiche ed è stato disposto l'obbligo di contattare la propria Asl di appartenenza per chi è stato nell'area del focolaio del coronavirus. Questo quanto si apprende dalla Regione al termine di una riunione tra il presidente Nicola Zingaretti e l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato. L'ordinanza dovrà essere condivisa oggi pomeriggio con il ministero della Salute e poi con i prefetti della regione.

L'ordinanza della Regione Lazio: i numeri da chiamare per chi ha sintomi sospetti

Chi avesse febbre o sintomi sospetti non deve recarsi al pronto soccorso, ma chiamare il 112 (il numero unico per le emergenze) o il 1500 (numero predisposto dal Ministero della Sanità per informazioni sul coronavirus). Il 112 sarebbe il numero da chiamare per chi è residente a Roma e provincia. Per le altre province bisogna chiamare il 1500. È stato confermato il blocco dei concorsi pubblici regionali e delle gite scolastiche. In questo senso nel pomeriggio, fa sapere la viceministra dell'Istruzione, Anna Ascani, verrà emanata "l'ordinanza per le gite scolastiche che è prevista dal decreto sul Coronavirus per dare indicazioni univoche ai dirigenti scolastici. Nel frattempo già il 23 Febbraio abbiamo pubblicato una comunicazione per rendere subito operative le disposizioni previste dal decreto che tuttavia è stato pubblicato solo ieri in Gazzetta Ufficiale e che ora ci consente quindi di procedere con gli attuativi. È bene che ci sia un coordinamento nazionale a tutti i livelli con Protezione civile e Ministero della Salute. Che ognuno faccia la sua parte in base alle proprie competenze. E per i cittadini seguire le regole e' fondamentale in momento come questi".

Il bollettino medico dell'ospedale Spallanzani: test tutti negativi

È stato diramato poco fa il bollettino medico dell'ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma, centro di riferimento per la gestione dell'emergenza: "Tutti i test di ricerca del nuovo coronavirus effettuati in questi giorni sono risultati negativi, ad eccezione della Signora cinese, ancora in terapia intensiva ma con condizioni stabili, vigile ed orientata e con respiro autonomo e ripresa dell’alimentazione. Il marito, tuttora ricoverato in regime ordinario, prosegue il percorso di riabilitazione". In tutto 114 i pazienti nella struttura, di questi, 75, risultati negativi al test, "sono stati dimessi" mentre "39 sono i pazienti tutt’ora ricoverati" in attesa dei risultati dei tamponi. Ultima novità: accordo tra lo Spallanzani e Ospedale pediatrico Bambino Gesù, che prevede "nell’ambito di una estensione della già vigente collaborazione, la presa in carico dei bambini accompagnati dai genitori, con sintomatologia riferibile alla infezione da nuovo coronavirus".