"In questo momento tutta Italia si stringe insieme per ricordare le vittime del coronavirus. I nostri cari, le persone che amiamo a cui non siamo riusciti neanche a dare l'ultimo saluto. È una ferita che unisce il Paese. Un dolore che ci spinge ad essere comunità. Oggi, insieme a tutti i Sindaci d’Italia, vogliamo anche onorare lo straordinario lavoro di tutti coloro che sono in prima linea. Mi riferisco a medici, infermieri, operatori sanitari, cassieri, autisti dei bus, farmacisti, tassisti, uomini e donne delle forze dell'ordine e della Protezione civile, i volontari che stanno affrontando queste giornate delicate con grande impegno e dedizione. Restiamo uniti. Insieme ce la faremo". Lo ha dichiarato oggi la sindaca Virginia Raggi ricordando le persone morte in tutta Italia a causa del Covid-19. Il Comune di Roma ha anche disposto l'esposizione a mezz'asta delle bandiere nazionale, europea e di Roma Capitale.

Coronavirus nel Lazio, trend in decrescita

"Oggi registriamo un dato di 181 casi di positività e un trend in decrescita per la prima volta al 6% – ha dichiarato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato – Non bisogna però abbassare la guardia. In continua crescita il numero dei guariti che sale di 24 unità nelle ultime 24h, uno ogni ora, arrivando a 291 totali. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 8.985 e i decessi nelle ultime 24h sono stati 12. Un monitoraggio costante (foto in allegato) conferma l'efficacia delle misure messe in atto. Nell'intero mese di Marzo non è mai stata superata la soglia d'allerta sui casi attesi in Pronto soccorso.".