704 CONDIVISIONI
Coronavirus
5 Marzo 2020
22:41

8 nuovi positivi al Coronavirus tra Aprilia, Cisterna di Latina, Fondi e Terracina

Coronavirus, otto casi positivi nel Lazio: lo ha comunicato l’Asl di Latina. Si tratta di “un cittadino del Comune di Aprilia, un residente nel comune di Cisterna di Latina, più tre pazienti provenienti da Fondi e da Terracina”. Per due di loro, è apparso chiaro il link epidemiologico lombardo.
A cura di Giuseppe Cozzolino
704 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Altri otto casi di coronavirus nel Lazio: si tratta di persone provenienti da diverse città, tra cui Aprilia, Cisterna di Latina, Fondi e Terracina. Lo ha comunicato l'Asl di Latina: di questi otto casi positivi al coronavirus, sei sono stati presi in carico dall'ospedale Spallanzani, uno dall'Unità di Malattie Infettive del Goretti ed un altro dall'ospedale Dono Svizzero di Formia.

Si tratta, ha spiegato l'Azienda Sanitaria Locale di Latina di "un cittadino del Comune di Aprilia, ricoverato in isolamento al Goretti, un cittadino residente nel comune di Cisterna di Latina, giunto all'ospedale di Velletri e, successivamente, trasferito allo Spallanzani più tre pazienti provenienti da Fondi e da Terracina". Lo ha comunicato la stessa Asl di Latina con una nota ufficiale, specificando che "con riferimento al paziente di Latina, sembrerebbe identificato il link epidemiologico con un trasportatore che, nelle settimane precedenti, si è recato in diversi comuni della Lombardia e dell'Emilia Romagna". Anche per quanto riguarda il paziente di Cisterna di Latina, anche in questo caso c'è "un chiaro link epidemiologico lombardo". Per quanto riguarda gli altri sei contagiati, "sono in corso gli approfondimenti necessari" per capire i collegamenti epidemiologici. La stessa Asl ha poi spiegato che "al solo scopo precauzionale, e con finalità esclusiva di prevenzione e promozione della sicurezza delle cure e di tutela della salute dei degenti, familiari ed operatori sanitari, si sta procedendo a ridurre gradualmente le attività sanitarie non urgenti oltre alla riduzione dei flussi all'interno degli ospedali".

704 CONDIVISIONI
27003 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni