I termoscanner utilizzati per misurare la febbre a dipendenti e clienti in tre punti vendita Eurospin di Roma
in foto: I termoscanner utilizzati per misurare la febbre a dipendenti e clienti in tre punti vendita Eurospin di Roma

Termoscanner utilizzati per misurare la febbre a dipendenti e clienti del supermercato nei tre punti vendita Eurospin di via Ostiense, Ostia e Ponte Galeria. A promuovere l'iniziativa a seguito all'emergenza coronavirus Cna Commercio Roma e il suo associato Ma&G Srl, che gestisce i tre franchising della Capitale. Marcello Tamiano, vicepresidente Cna Commercio di Roma ha spiegato a Fanpage.it il perché della misura, alla quale i clienti possono scegliere di sottoporsi volontariamente all'ingresso del supermercato: "Si tratta un'iniziativa che abbiamo voluto prendere per tutelare i nostri dipendenti e clienti. Devo dire che i cittadini stanno apprezzando la cosa, si sentono più sicuri: i termoscanner suscitano curiosità e le persone si sottopongono volentieri alla misurazione della temperatura prima di fare la spesa". Preso il carrello, ai clienti si chiede di attendere il proprio turno per poter accedere all'interno del supermercato, rispettando una fila esterna e mantenendo la distanza di sicurezza di almeno un metro gli uni dagli altri, come richiesto dal decreto del governo. Si entra uno per volta, all’ingresso i clienti ricevono un paio di guanti monouso e possono scegliere se farsi misurare o no la temperatura corporea.

Coronavirus, le misure prese in tre Eurospin di Roma

I termoscanner sono stati inseriti nei tre punti Eurospin da inizio marzo, ma Tamiano ha spiegato come da già da febbraio, a partire dai primissimi casi positivi accertati in Italia, la società ha preso tempestivamente altre misure per tutelare i lavoratori. "Abbiamo introdotto pannelli in policarbonato per proteggere gli operatori in cassa, dotato i dipendenti di guanti monouso da sostituire più volte durante il turno di lavoro, di mascherine monouso da sostituire ogni giorno e di occhiali" ha spiegato. E ha aggiunto: "Oltre ai dispositivi di protezione personale, i dipendenti al passaggio di ogni cliente igienizzano il nastro trasportatore della cassa, la vasca raccogli merce e la tastiera del pos. Tutta l’area vendita è stata attrezzata di griglie da 1 metro e 20 centimetri per distanziare e settorizzare ogni zona del locale".

Eurospin chiuso il 22 marzo in tutta Italia

Tamiano ha inoltre proposto la chiusura dei supermercati tutte le domeniche, "per far prendere respiro al personale ed igienizzare a fondo i locali" spiega. A tal proposito Eurospin, domenica 22 Marzo 2020, resterà chiuso su rete nazionale per far riposare tutto il personale.