388 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

Roma, in giro di notte senza “legittima giustificazione”, denunciati

Controlli a tappeto dei carabinieri sul litorale romano tra Ostia, Ladispoli, Cerveteri, Fiumicino. Denunciato un ristoratore aperto dopo le 18.00, e diverse persone trovate in giro nella serata fuori dal comune di residenza “senza una legittima giustificazione”. Oltre 600 le persone controllate.
A cura di Redazione Roma
388 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Nella serata di ieri – martedì 10 marzo – i carabinieri del Gruppo Ostia hanno portato a termine una serie di controlli per verificare il rispetto "delle misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19", promulgate dal Governo nella lo scorso lunedì, e che prevede tra le altre cose la chiusura dei pubblici locali pubblici e la permanenza in casa se non per ragioni di comprovata necessità o per ragioni lavorative. I militari hanno controllato oltre 600 persone, 9 delle quali sono state denunciate.

Chiuso un ristorante aperto dopo le 18.00

Tra di loro il titolare di ristorante di Acilia che era aperto al pubblico anche dopo le 18.00, orario in cui è imposta la chiusura di tutti i locali, pub, ristoranti e simili. "L’esercizio è stato fatto sgomberare ed è stata inoltrata formale comunicazione al Comune di Roma per l’emissione del provvedimento di sospensione dell’attività; a carico della donna è scattato anche il suo deferimento all’Autorità Giudiziaria di Roma, per “inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità”, si legge in una nota.

Controlli tra Fiumicino, Ladispoli, Cerveteri, Ostia

A Fiumicino invece una coppia è stata fermata nei pressi di villa Guglielmini: si trovavano a tarda ora in giro in auto per Fiumicino, nonostante fossero residenti a Cerveteri "senza una legittima giustificazione". A Ladispoli tre persone sono state denunciate per la stessa ragione. A Vitinia invece tre ragazzi sono stati fermati e denunciati: all'interno della stazione del trenino stavano realizzando delle scritte con delle bombolette spray con il nome del virus "COVID-19".

388 CONDIVISIONI
32812 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views