Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo è stato accoltellato ieri sera dal vicino di casa in via Monteciccardo a Colle Salario. L'aggressore è un uomo di 66 anni, la vittima un uomo di 48 colpito alla gola con una lama da trenta centimetri: inizialmente i soccorritori hanno temuto il peggio, pensavano che l'uomo non ce la facesse a sopravvivere a una ferita del genere. Portato d'urgenza in codice rosso all'ospedale Sant'Andrea di Roma, le sue condizioni sono gravi ma non è fortunatamente in pericolo di vita. Sul posto, allertati dai condomini, sono giunti i poliziotti del Reparto Volanti dei commissariati Fidene e Vescovio, che hanno soccorso la vittima e ammanettato l'aggressore. La vittima è stata portata in ospedale, mentre il 66enne è stato arrestato e portato in carcere a Regina Coeli: l'accusa per lui è molto grave, dovrà rispondere di tentato omicidio.

Una lite condominiale scoppiata per futili motivi quella tra i due vicini di casa. La tragedia è stata sfiorata poco dopo le 20: ignori i motivi della discussione, degenerata fino a che il 66enne ha deciso di compiere l'insano gesto. Ossia prendere un coltello con una lama di trenta centimetri e piantarlo nella gola del vicino di casa. Un atto efferato, che solo per un puro caso non ha portato la vittima alla morte. Non è chiaro se tra i due la situazione fosse tesa ed esasperata da prima del litigio che, ieri sera, è costato la libertà al 66enne. Sotto shock i condomini del palazzo, che dopo le 20 hanno sentito delle urla disumane provenire fuori dalle loro abitazioni: immediata la chiamata al 112, timorosi che potesse essere accaduto l'irreparabile. La vittima è grave, ma se la caverà. L'aggressore rimarrà invece a Regina Coeli.